Home In evidenza Mentre la guerra infuria Putin effettua test del missile nucleare “migliore al mondo”

Mentre la guerra infuria Putin effettua test del missile nucleare “migliore al mondo”

by Nik Cooper

In una dimostrazione di forza a due mesi dal suo assalto all’Ucraina, la Russia ha lanciato un test di lancio di un nuovo missile balistico intercontinentale con capacità nucleare che mercoledì il presidente Vladimir Putin ha detto che avrebbe fatto fermare e riflettere i nemici di Mosca.

Putin è stato mostrato in TV mentre i militari avevano detto che il tanto atteso missile Sarmat era stato lanciato per la prima volta da Plesetsk, nel nord-ovest della Russia, e aveva colpito obiettivi nella penisola di Kamchatka, a quasi 6.000 km di distanza.

La prova del Sarmat, 2000 volte più potente della bomba sganciata su Hiroshima, in sviluppo da anni, non ha sorpreso l’Occidente da quanto dicono le fonti, ma è arrivata in un momento di estrema tensione geopolitica.

“Il nuovo complesso ha le più alte caratteristiche tattiche e tecniche ed è in grado di superare tutti i moderni mezzi di difesa antimissilistica. Non ha analoghi al mondo e non ci vorrà molto tempo per produrli”, ha detto Putin.

“Questa arma davvero unica rafforzerà il potenziale di combattimento delle nostre forze armate, assicurerà in modo affidabile la sicurezza della Russia dalle minacce esterne e fornirà spunti di riflessione a coloro che, nel fervore di una frenetica retorica aggressiva, cercano di minacciare il nostro Paese”.

Annunciando l’invasione otto settimane fa, Putin ha fatto un chiaro riferimento alle forze nucleari russe e ha avvertito l’Occidente che qualsiasi tentativo di ostacolarlo “ti porterà a tali conseguenze che non hai mai incontrato nella tua storia”.

Giorni dopo l’invasione aveva ordinato che le forze nucleari russe fossero messe in massima allerta. “La prospettiva di un conflitto nucleare, una volta impensabile, è ora tornata nel regno delle possibilità”, ha affermato il mese scorso il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Le forze nucleari russe inizieranno a prendere in consegna il nuovo missile “nell’autunno di quest’anno” una volta completati i test, ha affermato Tass tramite Dmitry Rogozin, capo dell’agenzia spaziale Roscosmos.

Della serie: Sta abbaiando o fa sul serio?

Potrebbe interessarti

Lascia un commento