Home Senza categoria L’Italia è pronta per revocare le restrizioni di viaggio

L’Italia è pronta per revocare le restrizioni di viaggio

by Redazione

Il governo ha firmato un decreto che consentirà i viaggi da e verso il paese dal 3 giugno, mentre si muove per facilitare le misure di blocco del coronavirus.

Consentirà inoltre il viaggio tra le regioni dallo stesso giorno.

La mossa segna un passo importante negli sforzi del Paese per riaprire la sua economia dopo oltre due mesi di blocco.

L’Italia ha uno dei tassi di mortalità più alti al mondo, ma il suo tasso di infezione è fortemente diminuito negli ultimi giorni.

Più di 31.600 persone sono morte con il virus nel paese, la terza cifra più alta dietro gli Stati Uniti e il Regno Unito.

È stato il primo paese in Europa a imporre restrizioni a livello nazionale quando i casi di coronavirus hanno iniziato a emergere nelle regioni settentrionali a febbraio.

Ma ha iniziato a rilassare quelle misure all’inizio di questo mese, quando ha permesso alle fabbriche e ai parchi di riaprire il 4 maggio.

L’ultimo decreto è stato firmato dal Primo Ministro Giuseppe Conte e pubblicato questa mattina.

Alcune regioni italiane avevano chiesto un più rapido allentamento delle restrizioni, ma il Primo Ministro Conte ha affermato che si sarebbero allentati gradualmente per evitare una seconda ondata di casi.

Anche negozi e ristoranti dovrebbero riaprire dal 18 maggio, a condizione che venga applicato il distanziamento sociale.

Le chiese cattoliche si stanno preparando per la ripresa della Messa lo stesso giorno, ma ci saranno strette distanze sociali e chi accederà dovrà munirsi di mascherina. Anche altre fedi potranno svolgere funizioni religiose.

L’annuncio di Conte è arrivato poco dopo che il paese, che in passato era l’epicentro globale della pandemia, ha riportato un ulteriore declino del suo bilancio giornaliero di morti.

Ha riferito di oltre 900 morti il ​​27 marzo, ma le autorità hanno dichiarato che venerdì erano 262.

All’inizio di questa settimana, il governo ha approvato un pacchetto di incentivi da € 55 miliardi progettato per compensare l’impatto economico della pandemia su imprese e famiglie.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento