Home Senza categoria La Commissione adotta un pacchetto bancario per facilitare i prestiti alle famiglie e alle imprese nell’UE

La Commissione adotta un pacchetto bancario per facilitare i prestiti alle famiglie e alle imprese nell’UE

by Redazione

Oggi la Commissione ha adottato un pacchetto bancario per agevolare i prestiti bancari a famiglie e imprese in tutta l’Unione europea. Lo scopo di questo pacchetto è garantire che le banche possano continuare a prestare denaro per sostenere l’economia e contribuire a mitigare il significativo impatto economico del Coronavirus. Include una comunicazione interpretativa sui quadri contabili e prudenziali dell’UE, nonché modifiche mirate alla “soluzione rapida” delle norme bancarie dell’UE.

Le norme introdotte a seguito della crisi finanziaria hanno assicurato che le banche nell’UE sono ora più resistenti e meglio preparate a far fronte agli shock dell’economia. La comunicazione odierna ricorda che le norme dell’UE consentono alle banche e ai loro supervisori di agire in modo flessibile, ma responsabile, durante le crisi economiche per sostenere i cittadini e le imprese, in particolare le piccole e medie imprese. Il regolamento odierno attua anche alcune modifiche mirate per massimizzare la capacità degli enti creditizi di prestare e assorbire le perdite connesse alla pandemia di Coronavirus, garantendo comunque la loro resilienza continua.

La Commissione ha proposto oggi alcune modifiche mirate di “correzione rapida” alle norme prudenziali bancarie dell’UE (il regolamento sui requisiti patrimoniali) al fine di massimizzare la capacità delle banche di prestare e assorbire le perdite relative al coronavirus. La Commissione propone misure temporanee eccezionali per alleviare l’impatto immediato degli sviluppi relativi al Coronavirus, adattando il calendario dell’applicazione dei principi contabili internazionali sul capitale delle banche, trattando in modo più favorevole le garanzie pubbliche concesse durante questa crisi, rinviando la data di applicazione del coefficiente di leva finanziaria e modificando il modo di escludere determinate esposizioni dal calcolo del coefficiente di leva finanziaria. La Commissione propone inoltre di anticipare la data di applicazione di diverse misure concordate che incentivano le banche a finanziare dipendenti, PMI e progetti infrastrutturali.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento