Inghilterra: Uccise sei persone in una sparatoria a Plymouth

Di Gaia Marino

Sei persone, tra cui un bambino, sono state uccise in una sparatoria di massa nella città di Plymouth, nel sud-ovest dell’Inghilterra, giovedì sera, in un incidente descritto dal ministro degli Interni britannico come “scioccante”.

Due donne e tre maschi, compreso il sospettato, sono morti per ferite da arma da fuoco sulla scena dell’incidente, ha detto la polizia del Devon e della Cornovaglia in una nota. Un’altra donna è morta poco dopo in ospedale.

Una delle persone uccise era un bambino sotto i 10 anni, ha detto in un tweet Luke Pollard, un legislatore locale del partito laburista dell’opposizione.

La polizia aveva precedentemente descritto la sparatoria come un “grave incidente con armi da fuoco” e aveva affermato che la situazione era contenuta. La polizia ha aggiunto che l’incidente non era legato al terrorismo.

Il Regno Unito ha uno dei tassi di omicidi armati più bassi al mondo e le sparatorie di massa sono rare. Questa è stata la prima sparatoria di massa nel paese dopo 11 anni.

Sharron Turner, 57 anni, che vive dietro la scena della sparatoria, è stata citata dal quotidiano The Times secondo cui un uomo armato aveva “calciato” la porta d’ingresso di una casa bifamiliare prima di sparare a una madre e a sua figlia. La Turner ha detto che le era stato detto che l’uomo, vestito di nero e grigio, era armato con un’arma semiautomatica.

Dopo l’attacco, l’uomo armato è fuggito attraverso un parco dietro la casa e ha sparato a due dog sitter, secondo quanto riportato dal Times.

“L’incidente di Plymouth è scioccante e i miei pensieri sono con le persone colpite”, ha detto su Twitter il ministro degli Interni Priti Patel.

La polizia del Devon e della Cornovaglia ha dichiarato di essere stata chiamata nella zona di Keyham della città alle 18:10. di giovedì.

“Le indagini sull’incidente continuano e l’interruzione della rete stradale nell’area di Keyham rimarranno per tutta la notte”, ha detto la polizia.

Il South Western Ambulance Service in precedenza ha affermato di aver risposto all’incidente con un numero significativo di risorse, tra cui squadre dedicate alla risposta nelle aree pericolose, più ambulanze, eliambulanze, più medici e paramedici.

Related posts

Intervista ad Andrea Orlando(Pd) “L’Europa non deve essere piegata sulla dimensione del rigore e dell’austerità”

Intervista all’on. Giuseppe Lupo: “Noi vogliamo l’Europa di David Sassoli, il quale diceva che ‘l’Europa deve innovare, proteggere ed essere faro”.

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi è morto in un incidente in elicottero