Home Cronaca Cuba riporta un alto tasso di successo per il suo nuovo vaccino

Cuba riporta un alto tasso di successo per il suo nuovo vaccino

by Freelance

Di Gaia Marino

Cuba ha iniziato la sua campagna di vaccinazione di massa contro il Covid-19 più di un mese fa con vaccini locali e non provati, scommettendo che si sarebbero dimostrati abbastanza efficaci da attutire la rapida diffusione del coronavirus sull’isola caraibica a corto di liquidità.

La scommessa sembra dare i suoi frutti. Le autorità sanitarie cubane hanno dichiarato lunedì che il vaccino Abdala a tre dosi del loro paese si è dimostrato efficace per circa il 92% contro il coronavirus negli studi clinici in fase avanzata.

Durante la pandemia, Cuba ha rifiutato di importare vaccini stranieri mentre si sforzava di svilupparne uno proprio, il più piccolo paese al mondo a farlo.

L’annuncio colloca Abdala tra i vaccini Covid più efficaci al mondo, secondo i dati degli studi clinici, alla pari del tasso del 95 percento di Pfizer-BioNTech, del 94,1 percento di Moderna e dello Sputnik V della Russia al 91,6 percento.

Sabato, la società biotecnologica statale di Cuba, BioCubaFarma, ha affermato che un altro dei suoi vaccini, Sovereign 2, ha avuto un’efficacia del 62% dopo due delle tre dosi richieste. I risultati per le tre dosi complete sono attesi nelle prossime settimane.

La notizia del vaccino è stata vista come un raro motivo di celebrazione su un’isola che è stata martellata sia dalla pandemia, che ha devastato la sua industria del turismo, sia dalle sanzioni economiche dell’era Trump che non sono state allentate dall’amministrazione Biden.

Cuba sta attualmente vivendo il suo peggior focolaio di coronavirus dall’inizio della pandemia. Lunedì ha riportato 1.561 nuovi casi, un record.

A maggio le autorità sanitarie hanno avviato una campagna di vaccinazione di massa all’Avana prima del completamento degli studi di Fase 3, che valutano l’efficacia e la sicurezza di un vaccino. Il passo di emergenza aveva lo scopo di aiutare a combattere la variante Beta, rilevata per la prima volta in Sudafrica, che si stava diffondendo rapidamente nella capitale cubana. Quasi un milione di cubani – circa il 9% della popolazione nazionale – hanno ora ricevuto tutte e tre le dosi di Abdala o Sovereign 2, secondo i dati ufficiali. I funzionari affermano di assistere a un rallentamento della diffusione del virus all’Avana, dove finora si sono concentrate le vaccinazioni.

Paesi tra cui Messico, Argentina, Vietnam e Iran hanno espresso interesse per i vaccini contro il coronavirus di Cuba. L’alto tasso di efficacia annunciato potrebbe rafforzare le speranze che le esportazioni di biotecnologie aiuteranno a sollevare Cuba dalle profondità della sua crisi economica.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento