Home Senza categoria Coronavirus: Quando finirà quest’incubo?

Coronavirus: Quando finirà quest’incubo?

by Rosario Sorace

Mi pare assai improbabile, anzi certo, che la fine della quarantena faccia sparire la paura e l’angoscia sul nemico oscuro invisibile. Quindi bando alla gioia e all’euforia, è oramai certo che evitiamo di entrare da una dimensione claustrofobica ad una altrettanto surreale.

Senza il vaccino, che non arriverà prima di un anno e mezzo, dobbiamo convivere con questo nemico infido.

Ora, nel timore, tutti passano da un eccesso ad un altro. Prima si esalta Conte, in maniera superficiale, che ci consente il ritorno alla vita tanto agognato, poi si arriva ad odiarlo perché cancella quell’illusione del “liberi tutti”.

Invece, ora, sentiamo Bill Gates, che in tutti questi anni ci aveva avvertito del rischio pandemico mentre il mondo lo aveva preso per un folle visionario.

Nei giorni scorsi ha scritto e rilasciato interviste e parlato a lungo con giornali e con televisioni, dall’Economist al Washington Post, dicendo cose interessanti con curioso ottimismo: «Molti sperano che tra qualche settimana le cose torneranno com’erano. Purtroppo non sarà così».

Gates continua affermando che riusciremo a sconfiggere il virus «ma soltanto quando la maggioranza della popolazione sarà vaccinata- Fino ad allora – la vita non tornerà alla normalità». Gates è fiducioso che la produzione del vaccino comincerà «entro la seconda metà del 2021». Senza vaccino non ci sarà nessun ritorno alla vita, all’economia e ai rapporti sociali di prima. La ripresa, dic Gates, purtroppo deve essere prudente in tutto il mondo.

Questo virus è ancora sconosciuto e sappiamo ben poco o quasi niente. Solo supposizioni e teorie. Bill Gates, che aveva avvertito il mondo dei pericoli di una epidemia globalizzata anni fa, adesso è in prima linea per combatterla ed è pronto a finanziare la produzione mondiale del vaccino contro il Coronavirus.

Il cofondatore miliardario di Microsoft, Bill Gates, si è detto disponibile ad assumersi i costi di produzione del vaccino contro il Coronavirus, ed ha già assunto un’iniziativa prendendo contatti con le industrie farmaceutiche, soprattutto, per quanto riguarda l’università di Oxford sta già testando il vaccino sugli essere umani.

In una intervista al Times, ha dichiarato che la ricerca e sperimentazione in atto ad Oxford è “uno dei più importanti sforzi in corso”. Ed ha aggiunto :“Se i loro risultati degli anticorpi saranno quelli promessi allora io e gli altri del consorzio faremo in modo che sia prodotto in maniera massiccia”.

Ormai, il miliardario, è a capo, insieme alla moglie Melinda, della Fondazione Bill and Melinda Gates, fondata nel 2000, ad oggi, la più ricca fondazione privata al mondo.

La fondazione del magnate americano si vuole impegnare anche per finanziare la costruzione degli impianti dove potranno essere prodotti miliardi di dosi del vaccino che potrebbero essere distribuiti in tutto il mondo. “Fortunatamente”, ha garantito Gates , “nessuno di quanti stanno lavorando ai vaccini si aspetta di fare soldi”.

Intanto Bill Gates e la moglie Melinda, si sono già impegnati nel finanziamento di 100 milioni di dollari contro la pandemia. Hanno donato dei kit per i test del virus da fare a casa allo stato di Washington.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento