Home Senza categoria Coronavirus: dozzine di persone intrappolate al collasso dell’hotel di quarantena cinese

Coronavirus: dozzine di persone intrappolate al collasso dell’hotel di quarantena cinese

by Romano Franco

Circa 35 dei 70 sono stati estratti dalle macerie del Xinjia Hotel a cinque piani, dicono i funzionari.

I video pubblicati online mostrano i soccorritori che attraversano il relitto dell’edificio nella provincia meridionale del Fujian.

Non è chiaro cosa abbia causato il crollo o se qualcuno sia morto.

I media statali cinesi affermano che l’hotel veniva utilizzato come struttura di quarantena per monitorare le persone che avevano avuto stretti contatti con i pazienti affetti da coronavirus.

Secondo quanto riferito, l’hotel ha aperto nel 2018 e aveva 80 camere.

Una donna ha riferito al sito web del Beijing News che i parenti, tra cui sua sorella, erano in quarantena lì.

“Non posso contattarli, non stanno rispondendo ai loro telefoni”, ha detto.

“Anch’io sono in quarantena [in un altro hotel] e sono molto preoccupata, non so cosa fare. Erano sani, hanno preso le loro temperature ogni giorno e i test hanno dimostrato che tutto era normale.”

A partire da venerdì, la provincia del Fujian ha avuto 296 casi di coronavirus. Nel frattempo 10.819 persone sono state poste sotto osservazione perché sono state in stretto contatto con qualcuno infetto.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che oltre 101.000 persone in tutto il mondo hanno contratto il virus.

Più di 3000 persone sono morte – la maggior parte nella provincia cinese di Hubei, dove ha avuto origine l’epidemia.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento