Home Attualità Biden si smarca dalla premonizione economica di Elon Musk e consiglia di investire in Ford

Biden si smarca dalla premonizione economica di Elon Musk e consiglia di investire in Ford

by Freelance

Di Mirko Fallacia

Il presidente Joe Biden venerdì ha risposto alla “sensazione super brutta” dell’amministratore delegato di Tesla Elon Musk sull’economia statunitense, elogiando alcuni dei concorrenti di Musk per aver ampliato i loro investimenti nei veicoli elettrici.

Biden ha cercato di rispondere al duro colpo di Musk che non è fiero della brutta piega presa dall’economia americana.

Il fondatore di Tesla ed SpaceX è diventato fortemente critico nei confronti dell’amministrazione del presidente degli Usa e per tutta risposta il dem gli augura “un sacco di fortuna per il suo viaggio sulla luna”.

Al presidente era stato chiesto di Musk dopo un discorso in Delaware che pubblicizzava il solido rapporto sul lavoro pubblicato venerdì.

Il Dipartimento del lavoro ha rilevato che l’economia statunitense ha aggiunto 390.000 posti di lavoro a maggio, una cifra migliore del previsto, mentre il tasso di disoccupazione si è mantenuto al livello basso del 3,6%.

Musk, nel frattempo, ha detto ai dirigenti in un’e-mail giovedì che ha una “pessima sensazione” sull’economia americana e ha già detto che dovrà tagliare il 10% del suo personale di Tesla provocando il crollo del titolo a Wall Street.

La multinazionale statunitense specializzata nella produzione di auto elettriche ha infatti chiuso in ribasso del 9,2% a 703,55 dollari.

Il bilancio finale della seduta è stato negativo: il Nasdaq ha perso il 2,5%, il Dow Jones l’1,1%, lo S&P 500 l’1,6%.

A spingere al ribasso Wall Street hanno contribuito anche i dati migliori delle attese sull’occupazione, innescando nuove preoccupazioni su un rialzo più brusco dei tassi d’interesse da parte della Federal Reserve per frenare l’inflazione.

Ma alla domanda sui sentimenti segnalati da Musk, Biden ha sviato l’attenzione elogiando Ford e Stellantis.

“Beh, lascia che te lo dica, mentre Elon Musk ne parla, Ford sta aumentando in modo schiacciante il loro investimento”, ha detto Biden, estraendo un biglietto dalla tasca della giacca.

“Penso che Ford stia aumentando gli investimenti nella costruzione di nuovi veicoli elettrici, 6.000 nuovi dipendenti, dipendenti sindacali, potrei aggiungere, nel Midwest”, ha detto, aggiungendo che “l’ex società Chrysler, Stellantis, sta anche facendo investimenti simili nei veicoli elettrici”.

Biden ha anche preso atto dei piani di Intel di aggiungere 20.000 nuovi posti di lavoro come parte di un investimento in Ohio.

“Quindi, sai, molta fortuna per il suo viaggio sulla luna”, ha detto Biden con un gesto alquanto insolito.

Musk non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento. Ma pochi minuti dopo l’osservazione di Biden, Musk ha twittato “Grazie signor presidente!” insieme a un comunicato stampa dell’aprile 2021 della NASA che annunciava che SpaceX, la compagnia di viaggi missilistici di Musk, era stata selezionata per far atterrare i prossimi americani sulla luna.

Musk, una delle persone più ricche del mondo, è nel bel mezzo di un accordo per l’acquisto di Twitter per 44 miliardi di dollari. Di recente ha iniziato a condividere tweet più politicamente carichi, incluso un messaggio del mese scorso contro i democratici.

La deposizione del presidente ha segnato l’ultimo punto di attrito con Musk, che è stato apertamente critico sia nei confronti della Casa Bianca che dello stesso Biden.

A marzo, Musk si è irritato dopo che il discorso di Biden sullo stato dell’Unione ha elogiato gli sforzi dei veicoli elettrici compiuti da Ford e General Motors senza menzionare Tesla.

Due mesi dopo, Musk ha criticato l’amministrazione Biden come inefficace e ha affermato che “il vero presidente è chiunque controlli il gobbo [di Biden]”.

Ma un portavoce del presidente ha replicato in maniera seccata all’affermazione di Musk, dicendo: “Consideraci non sorpresi dal fatto che un miliardario anti-laburista cercherebbe qualsiasi opportunità per stroncare il presidente più sindacale e pro-lavoratore della storia moderna”.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento