Home Attualità Arcuri conferma il cronoprogramma di vaccinazione anticovid

Arcuri conferma il cronoprogramma di vaccinazione anticovid

by Rosario Sorace

Si conferma il programma per l’Italia che dovrà attuare l’uso del vaccino anticovid. La prima cosa è che l’Agenzia europea del farmaco e, quindi, l’Aifa autorizzino i candidati vaccini anti Covid. L’Italia si doterà di 202 milioni di dosi di vaccino per il periodo che va da gennaio 2021 a marzo 2022.

Se il cronoprogramma non dovesse subire nessun intoppo via libera a fine dicembre con inizio campagna vaccinale entro la fine di gennaio, l’obiettivo auspicato è che tutti gli italiani siano vaccinati entro settembre. “Visto che ogni cittadino dovrà farsi due volte il vaccino, a distanza di qualche settimana, questo vuol dire che possiamo vaccinare fino a 101 milioni di persone – spiega Domenico Arcuri – se le date saranno rispettate, potremo vaccinare tutti gli italiani, perché avremo le dosi che servono”, dunque, “pensiamo di poter vaccinare entro settembre fino a 60 milioni di italiani”.

Il commissario per l’emergenza mostra una dose di sollievo e velato ottimismo, naturalmente con le cautele di un programma che si preannuncia mastodontico e non privo di difficoltà. Arcuri dice anche che le dosi opzionate dall’Italia – con i contratti firmati dall’Ue – saranno destinati anche agli stranieri: “I migranti hanno diritti uguali a quelli dei cittadini italiani. Sarebbe molto importante che tutte le persone che attraversano le nostre strade, e che non lo facciano clandestinamente, possano essere sottoposte alla vaccinazione”.

L’Italia attende di uscire al più presto presto da questo lungo incubo e il vaccino è l’unico antidoto certo per superare questo stato di cose.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento