Panico e paura: Torino sotto la morsa degli antagonisti

Sono momenti di panico e paura a Torino in corso Giulio Cesare. In occasione dell’arresto di due presunti autori di una rapina ai danni di un anziano, alcune persone, facenti parte di un movimento chiamati antagonisti sono in contestazione e stanno tentando di ostacolare l’intervento degli agenti di polizia.

Nella via si sono radunate una cinquantina di persone che hanno dato vita ad una rivolta. “Il virus lo hanno portato loro. Ci stanno facendo ammalare e non ci danno i soldi per sopravvivere. E’ ora di scendere in strada e dare alla polizia e ai politici quello che loro stanno dando a noi” sono queste le parole di un attivista.

Pare che i due presunti rapitori, di origine marocchina, di 28 e 36 anni, hanno strappato una catenina d’oro ad un anziano, che nella colluttazione è caduto procurandosi alcune lesioni. L’anziano ha chiamato le forze dell’ordine che sono intervenute per l’arresto. La tensione è alle stelle e la rivolta pare non placarsi, nella città regna l’anarchia e le forze dell’ordine sono in affanno.

Related posts

Il Papa dice che il Vaticano è coinvolto nella missione di pace tra Ucraina e Russia

Rieletto all’unanimità segretario regionale dei giovani socialisti siciliani Mattia Carramusa

Il presidente Lula si schiera con Assange: “Che venga liberato dalla sua ingiusta prigionia”