Le perdite ‘in short’ delle aziende statunitensi superano i 70 miliardi di dollari

I venditori allo scoperto si trovano su perdite stimate di $ 70,87 miliardi dalle loro posizioni corte nelle società statunitensi finora quest’anno, i dati della società di analisi dei dati finanziari Ortex hanno mostrato giovedì.

Le pesanti perdite arrivano quando le azioni di GameStop altamente allo scoperto sono aumentate di oltre il 1.000% nell’ultima settimana senza una chiara ragione commerciale, costringendo i venditori allo scoperto a riacquistare il titolo per coprire potenziali perdite – definite come short-squeeze – mentre gli investitori al dettaglio si sono poi accalcati per beneficiare dell’impennata.

La ricerca di società allo scoperto è diventata una tendenza tra i commercianti al dettaglio, che si è diffusa nei mercati statunitensi e in Europa. I dati di Ortex hanno mostrato che fino a mercoledì c’erano posizioni corte in perdita su più di 5.000 aziende statunitensi.

I suoi dati hanno anche mostrato che le perdite stimate dalla vendita allo scoperto di GameStop a $ 1,03 miliardi da inizio anno, mentre quelle per Bed, Bath & Beyond stavano guardando una perdita di $ 600 milioni.

Ortex ha detto che le cifre si basano sulla variazione dei prezzi di scambio tra l’inizio di gennaio e la chiusura di mercoledì e sul numero di posizioni in short. La società ricava i dati sugli interessi brevi dalle proposte di agenti prestatori, prime broker e broker-dealer.

Related posts

Il Papa dice che il Vaticano è coinvolto nella missione di pace tra Ucraina e Russia

Rieletto all’unanimità segretario regionale dei giovani socialisti siciliani Mattia Carramusa

Il presidente Lula si schiera con Assange: “Che venga liberato dalla sua ingiusta prigionia”