Home In evidenza Alitalia: La Commissione approva il sostegno di 73 milioni di euro per uscire dalla crisi

Alitalia: La Commissione approva il sostegno di 73 milioni di euro per uscire dalla crisi

by Freelance

Di Ginevra Lestingi

La Commissione europea ha riscontrato che 73,02 milioni di euro di sostegno italiano a favore di Alitalia sono in linea con le norme sugli aiuti di Stato dell’UE. Questa misura mira a risarcire la compagnia aerea per i danni subiti su 19 rotte a causa dell’epidemia di coronavirus tra il 16 giugno e il 31 ottobre 2020.

L’industria aeronautica continua a essere uno dei settori particolarmente colpiti dall’impatto dell’epidemia di coronavirus. Questa misura consente all’Italia di fornire un ulteriore risarcimento per i danni diretti subiti da Alitalia tra giugno e ottobre 2020 a causa delle restrizioni di viaggio necessarie per limitare la diffusione del coronavirus. Allo stesso tempo, dicono dall’Europa, sono in corso le indagini sulle passate misure di sostegno ad Alitalia.

Alitalia è una delle principali compagnie aeree del network. Con una flotta di oltre 95 aerei, nel 2019 la compagnia ha servito centinaia di destinazioni in tutto il mondo, trasportando circa 20 milioni di passeggeri dal suo hub principale di Roma e da altri aeroporti italiani verso varie destinazioni internazionali.

Le restrizioni in atto sia in Italia che negli altri Paesi di destinazione al fine di limitare la diffusione del coronavirus hanno pesantemente condizionato l’operatività di Alitalia, in particolare per quanto riguarda i voli internazionali e intercontinentali. Di conseguenza, Alitalia ha sostenuto perdite operative significative almeno fino al 31 ottobre 2020.

L’Italia ha notificato alla Commissione un’ulteriore misura di aiuto per risarcire Alitalia per ulteriori danni subiti su 19 rotte specifiche dal 16 giugno 2020 al 31 ottobre 2020 a causa delle misure di emergenza necessarie per limitare la diffusione del virus. Il sostegno assumerà la forma di una sovvenzione diretta di 73,02 milioni di euro, che corrisponde ai danni stimati direttamente causati alla compagnia aerea in quel periodo secondo un’analisi rotta per rotta delle 19 rotte ammissibili.

Ciò fa seguito alla decisione della Commissione del 4 settembre 2020 di approvare la misura italiana di risarcimento dei danni a favore di Alitalia che risarcisce la compagnia aerea per i danni subiti dal 1° marzo 2020 al 15 giugno 2020 derivanti dalle restrizioni governative e dalle misure di contenimento adottate dall’Italia e da altri paesi di destinazione per limitare la diffusione del coronavirus.

La Commissione ha valutato la misura ai sensi dell’articolo 107, paragrafo 2, lettera b), del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE), che consente alla Commissione di approvare misure di aiuto di Stato concesse dagli Stati membri per risarcire direttamente i danni a società o settori specifici causati da eventi eccezionali. La Commissione ritiene che l’epidemia di coronavirus si qualifichi come un evento così eccezionale, in quanto si tratta di un evento straordinario e imprevedibile con un impatto economico significativo. Di conseguenza, sono giustificati interventi eccezionali dello Stato membro per risarcire i danni legati al focolaio.

 

Potrebbe interessarti

Lascia un commento